Menu

Ecobionutrizione


Totale post: 11 | Ordine per: Data | Ultimi inseriti


Tossicologia e inquinanti

Tossicologia e inquinanti


ECOBIONUTRIZIONE | 14/11/2011

Tossicologia e inquinanti

il mondo è inquinatissimo " dagli Appennini alle Ande" ovunque anche in quei paradisi dove stenteremmo a credere che vi siano tracce dell'uomo, ci sono veleni portati dalle correnti.
Le povere donne "Inuit" popolazione derivante dagli indiani d'America che vive in un ambiente freddo ed inospitale del polo nord dove la natura domina sovrana, hanno il latte materno che è un concentrato di tossine: la causa sono le correnti che portano a concentrare sul loro suolo i tossici provenienti dalle ciminiere industriali di Canada e degli Stati Uniti.

Ciò è preoccupante per due ordini di fattori uno di carattere tossicologico ovvero la globalizzazione dell'inquinamento, l 'altro etico ovvero la mancanza del diritto di un uomo o di una comunità di poter scegliere la propria esistenza sulla terra.

A Venezia (Porto Marghera ) -tanto per fare un esempio - il suolo sembra essere un surrogato di veleni l'aria almeno in passato era talmente inquinata da avere provocato la morte di svariati innocenti cui non era stato mai segnalato il pericolo di ciò che respiravano neppure da quegli organismi che vergognosamente vengono denominati istituzionali cui è devoluto il compito della difesa e della protezione della salute umana. Soltanto un allora giovane magistrato F. Casson ebbe il coraggio di scoperchiare la pentola dell'omerta' , cercando di iniziare a dipanare quella intricata matassa di complicità, interessi economici, politici, ed altre gravissime collusioni di organismi che " hanno finto di non vedere grazie alle ingenti quantità di denaro immessi nel proprio "salvadanaio" a colpi di " tessere " vendute . Le vendite e le clientele erano direttamente proporzionali alla quantità di tossici respirati , immagazinati, ( e negati ) nei polmoni di coloro che avrebbero dovuto essere informati e non venivano appositamente informati. Alla fine sembra che pochi ragni siano stati cavati dal buco da chi aprì l'indagine . Molte le assoluzioni. Ma non ci meravigliamo ! E' così quando si lotta contro i colossi del male , coloro che possono permettersi interi colleggi di avvocati impegnati " full time " a trovare e cercare ogni genere di cavillo-.

Ebbene i "colossi del male" hanno tutti i mezzi mediatici per scambiarlo per bene come una qualsiasi altra merce., per ingarbugliare le carte , per far credere ciò che permetterà loro di accattivarsi i cervelli poco pensanti di coloro per i quali l'unico vangelo è la parola dei "media".

Costoro sono le maggiori vittime di quella "propaganda " che dicono abborrire. Non ricordo se aIl'allora giovane Felice Casson sia stato mai permesso di terminare l'inchiesta o se anch'egli sia finito "promoveatur ut removeatur" - (promosso per essere rimosso) come in nostro più grande magistrato Giovanni Falcone ospite divenuto scomodo alla procura di Palermo e fatto fuori prima con una elezione fantasma che lo taglio fuori dalla direzione della procura , poi con la parcellizzazione dei grandi filoni di inchiesta e poi con la bomba che lo dilaniò insieme alla moglie ed alla scorta.

Quando le menzogne sono troppo lampanti tali da non reggere l'impianto accusatorio si può anche cambiare il giudice e poi addirittura cambiare la legge !

Prescindendo dall'aspetto etico che è quello al vertice della piramide perchè non considerare anche gli aspetti economici?

Quanto costa alle persone ammalate per i tossici immessi nell'aria e/o nelle acque e/o nel suolo dalle industrie, curarsi? Quanto costa allo stato - ovvero a noi tutti - l' assistenza sanitaria per la terapia di questi poveracci e quanto la bonifica dei siti ? Oggi è arrivata la notizia del disastro atomico Giapponese !

Oltre a coinvolgere coloro che contro il nucleare si sono battuti coinvolge interi paesi che hanno detto no alle centrali dei veleni . Quanto costerà allo stato Giapponese curare le vittime dela radioattività ?

Ha una logica tutto ciò, ha una etica? La logica potrebbe acquisirla se chi produce il rifiuto trovasse prima di iniziare il processo produttivo un modo per smaltirlo che non sia dannoso per la comunità sulla quale o meglio a danno della quale viene agito senza possibilità che questa possa a sua volta agire a difesa della propria incolumità,della propria salute. .a

Ieri 13-novembre 2011 ero in una nota libreria di Roma e lo sguardo mi è andato su due volumi dei quali probabilmente è meglio che non menzioni il titolo ; Gomorra non è un 'astrazione , non è una fantasia !

La sera ho letto i libri sino alle cinque del mattino dopodichè mi sono addormentato con un grande senso di amarezza ! Pensavo che certe cose fossero confinate solo in alcune regioni , due o tre al massimo - E invece mi sono reso conto che molti paradisi sono solo apparenti !

Molti di noi cercano di attenersi a salutari norme nutrizionali , ma nessuno di noi , sa che una immensa quantità di rifiuti viene dismessa in modo abusivo perchè costa di meno e molto di meno .

Il più delle volte i tossici di ogni tipo e pericolosità si usano mescolati a terra e altro per ritombare scavi dopo di che questi campi fertili si coltivano o se ne fanno dei pascoli ! All'apparenza sono fertili campagne incontaminate !

Ma quell'erba o quegli ortaggi o quel frumento immesso " pulito " nel ciclo distributivo quante scorie conterrà ! Ed il latte (ed i prodotti da esso derivati ) prodotto dagli animali ivi portati a pascolare ?

Secondo una serissima indagine condotta a livello mondiale sembra che l' 85 % dei tumori oggi sia dovuto all'inquinamento delle derrate alimentari .

Nei due libri poi , vi è molto di più ;vi sono storie e documenti di scandali emersi e poi tacitati , e quant'altro; cronache del più grande squallore morale . Il sistema è un businnes che fa gola a tutti coloro che fiutando vanno solo nella direzione indicata dall'odore dei soldi !

La domanda che viene spontanea è la seguente " come è possibile che lo stato inteso in senso etimologico ed in tutto il globo non vi sia mai stato stato capace di limitare l'affermarsi degli episodi criminosi sotto a soglie più accettabili per la società civile ? "



Comunque inutile in questa sede proseguire in una analisi siffatta.

L'unica cosa certa è che l'inquinamento è ubiquitario ed è fonte di malattie anche gravi come i tumori per cui dobbiamo in qualche modo usare le armi che possediamo per difenderci .

1 ) la più grande difesa contro l'inquinamento dell'aria sono le foreste queste non solo assorbono la CO2
ma attraverso le radici anche altri tossici:negli stati uniti si sta studiando una pianta che assorba il mercurio attraverso le radici .

2 ) le piante , alcune in particolare , riescono se coltivate in casa a " depurare " l'aria domestica dai molti veleni che la casa moderna contiene dovuti a solventi, vernici , collanti usati nei mobili , prodotti sintetici tipo le fòrmiche , fumo di sigaretta ( anche quando non si vede ) , fumo derivante da altre forme di combustione , ecc. ( le piante indor per eccellenza sono i licheni, seguono cactus, ficus, opuntie, felce di boston, dracena, tillandsia )

3 ) analizziamo l'acqua che beviamo senza fidarci delle garanzie "istituzionali ";esistono filtri specifici .Beviamo acqua di buona qualità e nella giusta misura. Non tutte le acque sono uguali . L'acqua in caso di patologie particolari va scelta in base alla valutazione dei suoi contenuti in sali (anioni e cationi ) .Una persona normale non ha bisogno di scegliere acque particolari.

4 ) radon ed alta tensione possono costituire un nemico per la salute

5 ) alcuni tossici possono essere eliminati dall'organismo solo con il sudore . Vi sono piante che aiutano l'organismo a depurarsi ed na eliminare i tossici .

6 ) fare attività fiisica all'aria aperta POSSIBILMENTE AL MATTINO . L'aria del mattino è più la r più pura della giornata.

7 ) nutrirsi in maniera sana ( vd. educazione alimentare e dieta mediterranea ) ,

8 ) Evitare di fumare in presenza di altre persone e soprattutto di bambini

9 ) lasciare l' auto accesa quando si va in un negozio è indice di poco rispetto per gli altri e di grande

rozzezza e stupidità visto il livello di inquinanti già presenti nell'aria. In molti comuni vi è questo divieto ma nessuno si occupa di farlo rispettare . Nè tantomeno sotto le gallerie delle autostrade quando all'interno di esse talvolta a causa di impedimenti si è costretti a restare per lungo tempo.

10 ) evitare di usare prodotti aggressivi per la cura del corpo . Il film idrolipidico che viene asportato garantisce una grande protezione contro gli agenti esterni che aggrediscono il corpo ( virus , batteri ,polveri , sole .......Usare il più possibile prodotti naturali ed olii lavanti .

11) avere una sessualità soddisfacente e regolare è stato dimostrato essere di grande aiuto alla salute così come anche l'essere allegri e ridere .........

12) tenere l'intestino in forma perfetta mediante una dieta corretta ad alto contenuto di fibra insolubile e/o eventualmente aiutare l'equilibrio con prebiotici, probiotici,eubiotici

13) consumare in maniera responsabile senza abbandonarsi alla bramosia dei consumi.

Il Glifosato       

14) dormire almeno 8 ore per notte . Se si stenta ad addormentarsi o non si dorme in maniera ottimale prima di ricorrere ai farmaci classici provare un approccio fitoterapico con prodotti di qualità sicura . Vd approfondimento nel capitolo fitoterapia.

Bisogna agire su tutto il corpo e sulla mente perche' il vecchio detto " mens sana in corpore sano " ci insegna che il corpo e la mente costituiscono una complessa unità inscindibile . Oggi infatti lo stato di salute non è più definito come l'assenza della malattia , bensì anche secondo una recente definizione dell' OMS " uno stato di benessere globale" .

Secondo ricerche effettuate dallo IARC di Lione il Glifosato potrebbe sarebbe responsabile di provocare in agricoltori cher normalmernte lo manipolano linfomi non hodgkin . In Colombia dove il glifosato è stato impiegato per distrugger intere ed estese piantagioni di coca c'è un'alta incidedenza di tumori soprattutto linfomi n.h .



® 2018 | www.ecobionutrizione.it/
e-mail:

Tel: 0744 992912
Fax: 0744 995239

Ultimo aggiornamento: 17:15 - 06/08/2018
Note Legali | Cookie Policy
by GruppoWeb
Torna su...